Stolen Moments

Quante occhiatacce, quanti sguardi infastiditi, quante urla, probabilmente un giorno mi arriverà una scarpa in testa ma preferisco correre il rischio e continuare a fotografare semplici momenti di vita, la quotidianità della gente che a volte si sente privata della propria intimità quando avverte la presenza dell’ingombrante obbiettivo della Reflex. Forse basterebbe chiedere, ma si perderebbe la spontaneità del momento, di un’azione, di uno sguardo, di un sentimento, perché la fotografia, così come la vita, è fatta di attimi, irripetibili che restano bloccati nel tempo. “Stolen moments” è un work in progress che mette in risalto la fugacità di attimi rubati a gente ignara e non. Qualora il progetto si interrompesse all’improvviso, mettete in preventivo che potrebbe essere il risultato dell’ira di qualche soggetto che si scaglia contro la macchina fotografica nel tentativo di distruggerla. In tal caso, spero di riuscire a salvare e caricare l’ultimo scatto.