acasa

Un caffé inatteso

Il citofono della casa di Tìas non funzionava correttamente e quando qualcuno suonava il campanello José Saramago andava personalmente ad aprire la porta d’ingresso. Increduli i suoi ammiratori e i lettori che, col cuore in gola, pigiavano il pulsante accanto alla porta d’ingresso sperando di incontrarlo per potergli stringere la mano o per farsi autografare una copia di uno dei suoi libri.

Un caffé inatteso