lanzarote

Un caffé inatteso

Il citofono della casa di Tìas non funzionava correttamente e quando qualcuno suonava il campanello José Saramago andava personalmente ad aprire la porta d’ingresso. Increduli i suoi ammiratori e i lettori che, col cuore in gola, pigiavano il pulsante accanto alla porta d’ingresso sperando di incontrarlo per potergli stringere la mano o per farsi autografare una copia di uno dei suoi libri.

Un caffé inatteso

Un eco dome e la terapia della natura

Email dopo email, meeting dopo meeting, scadenze da non mancare, report, analisi di dati, spreadsheet e giornate intere perse davanti al pallido schermo di un computer mentre il mondo segue il suo ciclo naturale ed io costantemente perdo le sue bellezze. Siamo una generazione teoricamente colta, esseri liberi, figli della natura ma questi tempi moderni ci hanno trasformato in cavie da laboratorio, bloccate nel labirinto della routine quotidiana e di lavori sempre più virtuali.

Un eco dome e la terapia della natura

José e Pilar

Quello che la memoria ritiene, il tempo non cancella. Molti aneddoti vanno persi nel corso della vita, altri sono tramandati ai posteri, altri ancora restano impressi su una pagina scritta ma necessitano di un contesto per essere compresi nella loro interezza.  Molte delle opere dello scrittore portoghese José Saramago , partendo da avvenimenti inaspettati e a volte surreali danno vita ad una narrativa che pone in risalto l’atteggiamento umano nella sua nudità e conferisce ai protagonisti la responsabilità di uscire dalle situazioni insolite nelle quali si trovano.

José e Pilar